martedì, agosto 16, 2005

 

Notizie che potreste aver perso/1
Leggo da Giorgio questa notizia presa da Liberazione di sabato: "E' stato condannato all'ergastolo da un tribunale di Karachi. Lo scrittore pakistano autore di un libro, "Il religioso satanico", considerato blasfemo perché afferma che alcune figure chiave nella interpretazione del Corano - i quattro imam - erano ebrei e che la lapidazione a morte di un'adultera non è prescritta nel Corano. L'autore, Yunus Shaik, 40 anni, era stato arrestato alcuni mesi fa".
Shaik ha già avuto problemi con la giustizia pakistana. Il segretario dell' UAAR Giorgio Villella inviò a suo tempo una lettera di protesta all'ambasciatore del Pakistan.
Giorgio Tesen, Liberazione, UAAR
Comments:
Dai, a Biagi e Luttazzi è andata meglio...

 

allora a dan brown, con tutti i miliardi che ha fatto?

 

è la stessa identica cosa che ho pensato anche io, bastano qualche migliaio di chilometri perchè la differenza di una 'blasfemia' da così sottile diventi così enorme...mi sono andato a leggere sul corano (edizione UTET) le parti relative all'adulterio, non si parla di lapidazione, si parla di frustate e si parla dei testimoni che bisogna portare per giustificare l'accusa, e si parla anche di quello che può passare l'accusatore se l'accusa è false o se non porta testimoni a supporto dell'accusa stessa, in sostanza, per quanto le frustate siano una punizione arcaica e deprecabile, non si parla di lapidazione,
è molto triste

 

scusate, non mi ero loggato, il commento era mio
Giorgio Tesen

 

mi sono perso il riferimento a dan brown (e il cane, porco cane!)

 

Posta un commento

<< Home